🙊 Il bel tacer mai fu scritto


Iscriviti per ricevere una e.mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo!


“Il bel tacer mai fu scritto” (Dante Alighieri)

(il sottotitolo)

“quando non hai niente di intelligente da dire, è meglio se stai zitto.”

“Il silenzio è una discussione portata avanti con altri mezzi.” – CHE GUEVARA

“Capita di dover tacere per essere ascoltati.” – STANISLAW JERZY LEC

“Ci sono cose che si dicono meglio stando in silenzio.” – JOAQUIM MARIA MACHADO MACHADO DE ASSIS

“Difficile è vivere con gli uomini, perché tacere è così difficile.” – FRIEDRICH WILHELM NIETZSCHE

Queste locuzioni vogliono rimarcare un fatto noto da sempre, IL SILENZIO È D’ORO…

Loro apprezzavano il silenzio:

  • Buddha meditava sulle sponde del fiume Nairanjana
  • Gesù pregava nel deserto
  • il profeta Maometto nelle grotte del Monte Hera
  • Lao-Tse sulle montagne della Cina.

E ancora… San Bernardo di Clairvaux, San Francesco d’Assisi e più recentemente Gandhi e Madre Teresa di Calcutta hanno sottolineato le virtù del silenzio.


2f8212b71b2edbd76b9c220238d27478.jpg


Governo, il richiamo di Draghi: «Le parole hanno fatto danni»

Draghi bacchetta l'Italia: «Le parole del governo fanno danni»

13 settembre 2018

La Bce e l’Ue lanciano un avvertimento al governo, con Mario Draghi che invita l’Italia a non contare sulla Bce per «finanziare il deficit» e dice di aspettare la manovra dopo tante dichiarazioni che «hanno fatto alcuni danni».


Manovra, ecco le parole del Governo che peggiorano i fatti

Dopo il varo del Def, le uscite in libertà di Salvini, Di Maio, Conte e Savona avvalorano ancor di più la constatazione di Mario Draghi che il Governo, oltre che con i suoi atti, peggiora la situazione con le sue parole – una collezione di sciocchezze che comprende anche la Confindustria e la finta sinistra di Emiliano e Fassina

Aveva ragione da vendere il presidente della Bce, Mario Draghi, quando, solo pochi giorni fa, osservava che “le parole del Governo italiano hanno fatto danni“. Ma il problema è che, dopo un Def che è una sfida aperta all’Europa e ai mercati, la collezione di uscite spericolate del Governo giallo-verde non conosce sosta. Da Matteo Salvini a Luigi Di Maio, da Giuseppe Conte a  Paolo Savona, il campionario è vasto e il richiamo del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al rispetto della Carta Costituzionale sui conti pubblici tutto è tranne che un fatto di routine. Al contrario, è un avvertimento preventivo che, nel caso di un peggioramento della situazione italiana sia nei confronti dell’Europa che sui mercati, il Quirinale non farà da parafulmine.


COME VOLEVASI DIMOSTRARE:

“Il bel tacer mai fu scritto”

Questa regola vale sempre ed in ogni occasione… spesso diventa una grande soddisfazione non dir nulla, guardare, diventare spettatori o semplicemente chiudere ogni contatto con l’esterno e quindi meditare!
Poi vi sono caso estremi in cui è liberatorio lasciarsi andare, ma questa deve essere una eccezione!
munch-scream-variations

Silenzio, grazie!


🕊 VICOLO delle poesie (…o poesie nel vicolo)


SE TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO

CLICCA SU “MI PIACE”!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.