💡 Ecco perché il Presidente del Consiglio NON può essere un passacarte: art. 95 della COSTITUZIONE ITALIANA

Iscriviti per ricevere una e.mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo!


Il 10 gennaio del 1947 📅

ben 71 anni fa, nella seduta pomeridiana, la prima Sezione della seconda Sottocommissione della Commissione per la Costituzione italiana approvava 👍 il seguente comma:

«Il Primo Ministro e i Ministri sono collegialmente responsabili della politica generale del Governo e ciascuno di essi degli atti di sua competenza».

… approvava inoltre i seguenti articoli:

«Il Primo Ministro assicura l’attuazione della politica generale del Governo e mantiene l’unità e l’indirizzo politico di tutti i Ministeri e a questo scopo ha facoltà di promuovere l’attività dei Ministri e di coordinarla individualmente, e in Consiglio dei Ministri risolvendo i conflitti di competenza che sorgano tra di essi».

L’attuale articolo 95 della Carta Costituzionale Italiana 🗞 recita:

Il Presidente del Consiglio dei Ministri dirige la politica generale del Governo e ne è responsabile. Mantiene l’unità di indirizzo politico ed amministrativo, promuovendo e coordinando l’attività dei Ministri.

I Ministri sono responsabili collegialmente degli atti del Consiglio dei Ministri, e individualmente degli atti dei loro dicasteri.

La legge provvede all’ordinamento della Presidenza del Consiglio e determina il numero, le attribuzioni e l’organizzazione dei Ministeri.

Un salto, veloce, nella storia…

In quel dì del 1947 la discussione si incentrò sul primo comma, in quanto un numero significativo di deputati sostenne che era pericoloso «fare del Presidente del Consiglio colui che domina e dà la sua impronta personale all’indirizzo generale della politica del Paese».
Secondo i contrari, il Presidente del Consiglio non poteva avere poteri simili al «Premier» inglese in quanto questo «[deriva la sua autorità] non da disposizioni costituzionali, ma dal prestigio di cui [gode] in quanto [capo] del partito di maggioranza».
L’onorevole Vincenzo La Rocca (Gruppo Comunista) affermò: «Dire che il Presidente del Consiglio dirige, ossia è veramente la leva, il motore, il timone di tutto il Gabinetto, cioè dell’indirizzo politico generale del Paese, mi pare che significhi attribuire al Presidente un potere troppo grande, tale da consentirgli di prendere e seguire una sua strada, pure se in contrasto con altri membri del Gabinetto».
L’Assemblea, però, approvò il testo proposto con la precisa volontà di dare al Presidente del Consiglio la possibilità di consolidare il proprio ruolo «nell’ipotesi di governi di coalizione specie se a larga base».

La vera CONCLUSIONE 💡! 

Circa i poteri del Presidente del Consiglio esistono due orientamenti dottrinali:

  • il primo riconosce la preminenza del Presidente del Consiglio sui Ministri, determinata sia dal testo costituzionale, sia dai poteri attribuibili al Presidente (scelta e revoca dei Ministri, competenza a risolvere i contenziosi fra Ministri, facoltà di chiedere la fiducia alle Camere);
  • il secondo, al contrario, considera preminente il Consiglio dei Ministri in seguito alla rilevanza delle funzioni attribuitegli che coincidono con la «determinazione dell’indirizzo politico ed amministrativo del Governo».

La dottrina sembra propendere a favore del secondo indirizzo, in quanto ritiene che quando si parla di Governo ci si riferisca al Consiglio dei Ministri e non al Presidente del Consiglio. Inoltre, anche la legislazione ordinaria (Legge 400/1998) indica nel Consiglio dei Ministri l’organo che «determina la politica generale del Governo e, ai fini dell’attuazione di essa, l’indirizzo generale dell’azione amministrativa».

❗ Di tutta evidenza non è in alcun modo accettabile la bizzarra “creazione” di un premier fittizio, che si limiti al ruolo di esecutore del fantomatico e simpatico contratto di Governo stipulato da altri due signori.

L’incostituzionaltà è dietro l’angolo…

poltrona-rosso-orouna-poltrona-per-tre_orizzontale-e1526932775525.jpg

Per approfondimento sonoro 👇

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.