🍩 Carta d’identità del CIOCCOLATO 🍫

Chocolat: connotati e segni particolari:
  • Kcal/100 g: 306
  • Grassi: 15,9 g
  • Proteine: 20,4 g
  • Glucidi: 15,6 g
  • Fibre: 28,9 g
  • Colesterolo: 0
  • Vitamine: tiamina (vit. B1) 0,08 mg; riboflavina (vit. B2) 0,30 mg; niacina (vit. B3) 1,70 mg; acido folico (vit. B9) 38,00 mcg; vit. A 7 mcg; vit. C 0 mg.
  • Sali minerali: sodio 950 mg; potassio 1500 mg; ferro 14,3 mg; calcio 51 mg; fosforo 685 mg; zinco 6,9 mg.
Il cioccolato (o cioccolata, specie se fuso) è un alimento noto a chiunque, si dice che sia quello più desiderato dalle popolazioni urbanizzate e che ogni persona pensi a lui almeno una volta al giorno… deriva dai semi dell’albero del cacao.

Nella produzione artigianale di qualità, il cioccolato è preparato utilizzando la pasta di cacao come realizzata e imballata nei paesi di origine con l’aggiunta di ingredienti e aromi.

Nella sua preparazione si può partire direttamente dalle fave di cacao procedendo alla loro tostatura, in modo da ottenere un prodotto superiore finito.

Nella produzione industriale o comunque in quella più di massa è preparato miscelando il burro di cacao (la parte grassa dei semi di cacao) con polvere di semi di cacao, zucchero e altri ingredienti facoltativi, come il latte, le mandorle, le nocciole, il pistacchio o altri aromi (come la menta, l’arancia, il peperoncino, la cannella, il cocco, il limone, liquori vari, ecc.).

Il cioccolato, oltre che come prodotto a sé stante  è anche un ingrediente di svariati dolci, tra cui gelati, torte, biscotti e budini.

E qui nascono infinite leggende metropolitane secondo cui:

  • il consumo frequente di cioccolato possa condurre a una particolare forma di dipendenza detta cioccolismo, che, soprattutto nei paesi occidentali, vedrebbe colpire il 40% della popolazione femminile e il 15% della popolazione maschile;
  • la sua assunzione stimoli il rilascio di endorfine, in grado di aumentare il buon umore 😃.

Il termine “cioccolata” viene utilizzato come sinonimo di “cioccolato” oppure per indicare una bevanda liquida (la fantastica cioccolata in tazza) a base di polvere di semi di cacao, nell’uso occidentale contemporaneo invariabilmente con l’aggiunta di zucchero (al contrario di come veniva consumato il cacao in bevande salate e speziate nelle culture precolombiane).

I Maya sono i primi a coltivare la pianta del cacao. Per gli Indios i semi sono così preziosi da essere utilizzati come vere e proprie monete.

Il cacao aveva addirittura significati simbolici e religiosi e veniva chiamato il “cibo degli Dei”, proprio i Maya bevevano una bevanda di cacao preparata con acqua calda che assumeva il semplice nome di chacauhaa, da cui deriva chocolhaa. Questo nettare era aromatizzato con peperoncino e pepe ed il suo consumo era riservato solo ad alcune classi della popolazione (sovrani, nobili e guerrieri).

♡♡♡

da: site logo

Riscalda lo stomaco nelle fredde giornate d’inverno e mette di buon umore 😊.
GLI INGREDIENTI per 2 tazze:
  • 250 ml latte intero
  • cucchiai zucchero di canna integrale
  • 1 – 2 cucchiai cacao amaro
  • cucchiaino fecola di patate
  • pizzico peperoncino

PREPARAZIONE, 7 minuti ⏳:

  1. Mescolate lo zucchero con il cacao e la fecola;
  2. Aggiungete il latte freddo e mettete il tutto in un pentolino;
  3. Fate cuocere a fiamma bassa girando con un cucchiaio di legno, fino a che il composto non sarà denso;
  4. Aggiungete il pizzico di peperoncino e servite calda.
    … e buona tazza di cioccolato! 

☆☆☆

Cristoforo Colombo è il primo europeo a provare il cacao nel 1502 quando durante il suo quarto viaggio nelle Americhe tocca l’isola di Gunaja, al largo della costa dell’Honduras e quindi dalle foreste dell’America centrale, il cacao giunge in Europa attorno alla metà del Cinquecento.

Nel 1615 Anna d’Austria, sposa di Luigi XIII, introdusse il cioccolato in Francia.

Nel 1650 il cioccolato viene commercializzato anche in Inghilterra: a Oxford si inizia a servire il cioccolato negli stessi locali in cui si serviva il caffè.

Nel XVII secolo divenne un lusso diffuso tra i nobili d’Europa e gli olandesi, abili navigatori, ne strapparono agli spagnoli il controllo mondiale.

Dama seduta a un tavolino con tazza e cioccolatiera (Jean-Étienne Liotard, 1744)

♤♤♤

Baci di dama LIGHT!

INGREDIENTI

  • gr. 200 di nocciole tostate e tritate
  • gr. 300 di farina
  • un uovo
  • gr. 100 di zucchero di canna
  • gr. 50 di burro light e 150 gr ricotta tolti dal frigorifero in anticipo
  • una bustina di lievito per dolci alla vaniglia
Immagine correlata
PREPARAZIONE, 15 minuti ⏳:
In una ciotola lavorare la farina, l’uovo, le nocciole, lo zucchero, il burro, la ricotta ed il lievito fino ad amalgamare bene il tutto. Distribuire su una teglia ricoperta di carta da forno piccole quantità di composto che abbiano la forma di una mezza sfera. Infornare e cuocere a 150° per dieci minuti circa quindi togliere le mezze sfere dal forno e lasciarle raffreddare. Nel frattempo preparare, cacao amaro sciolto a bagno maria,  un po’ farina e qualche cucchiaio di latte scremato una crema piuttosto densa. Confezionare quindi i baci di dama mettendo un po’ di crema di cioccolato tra due mezze sfere per tenerle unite. I baci di dama devono essere conservati al fresco.

♡♡♡

Nella Venezia 🎭 del Settecento nascevano le prime “botteghe del caffè” (o coffee house) ☕, antesignani dei nostri bar, esse erano anche “botteghe della cioccolata”.

Nel XVIII secolo al cioccolato si attribuiscono virtù miracolose…

L’invenzione del cioccolato al latte 🥛

Daniel Peter, un fabbricante di candele svizzero, avviò la produzione del cioccolato. Nel 1867 cominciò a includere il latte tra i suoi ingredienti. Per rimuovere l’acqua contenuta nel latte, consentendone una più lunga conservazione, fu assistito da un vicino, un fabbricante di alimenti per l’infanzia di nome Henri Nestlé.

L’invenzione del cioccolato fondente 🏺

Nel 1879 Rudolph Lindt inventò il processo chiamato concaggio, che consiste nel mantenere a lungo rimescolato il cioccolato fuso per assicurarsi una miscelazione omogenea. Il cioccolato prodotto con questo metodo è detto “cioccolato fondente”.

GLI EFFETTI BENEFICI DEL CIOCCOLATO!

Numerosi studi confermano che il cioccolato riduca i fattori di rischio cardiovascolare ❤ attraverso il suo alto contenuto di flavonoidi ai quali è riconosciuto un grande potere antiossidante, solo per quello fondente però che aumenterebbe del 20% la concentrazione di antiossidanti nel sangue (mentre il cioccolato al latte non avrebbe nessun effetto).

Inoltre alcuni aminoacidi presenti nella cioccolata sarebbero responsabili di una produzione superiore di serotonina e di endorfine, rispettivamente gli ormoni responsabili del benessere fisico e del buon umore.

Il CIOCCOLATO 🍫, un alimento perfetto: goloso e salutare (solamente se nelle giuste quantità!), in sintesi:

Fa bene al cuore ❤ (Top Institute Food and Nutrition e della Wageningen University -Paesi Bassi): aiuta a ripristinare la flessibilità alle arterie e a evitare che i globuli bianchi si attacchino alle pareti dei vasi sanguigni. Il merito sarebbe delle sostanze antiossidanti contenute.

Rimedio naturale contro i grassi “cattivi” (British Journal of Nutrition): il cioccolato fondente come fonte preziosa di polifenoli, più ricco di queste sostanze rispetto al vino e al tè verde o nero. Un consumo di 15/20 g di cioccolato fondente al giorno (contenente 500 mg di polifenoli), agisce sulla glicemia, sulla colesterolemia e sulla pressione arteriosa. I benefici del consumo regolare di dosi moderate di cioccolato fondente agisce  sul metabolismo del glucosio, prevenendo diabete e sovrappeso.

È un anti-stress 😀: quello fondente è ricco di teobromina e caffeina che agiscono contro la stanchezza  e favoriscono la concentrazione. L’alto contenuto di magnesio è un toccasana contro stress e nervosismo.

È afrodisiaco 😍: grazie alle sostanze eccitanti contenute, il cioccolato stimola la libido sia negli uomini sia nelle donne. Il potere afrodiasiaco è dovuto alla teobromina e alla caffeina, ma anche perché stimola la produzione di seratonina, il cosiddetto ormone del buonumore e di endorfine, dei neurotrasmettitori che danno un senso generale di benessere.

Fa dimagrire 👗 (University of California di San Diego pubblicato su Archives of Internal Medicine): nonostante il numero elevato di calorie, il cioccolato favorisce la perdita di peso. I ricercatori hanno dimostrato che chi assume cioccolato fondente regolarmente, ha una massa grassa minore di chi lo magia saltuariamente, grazie alla presenza di epicatechina e polifenoli che agiscono sul metabolismo degli zuccheri.

Non fa venire i brufoli 🤗: anzi, il cioccolato fa bene alla pelle! Contiene i flavonoidi che sono ottimi antiossidanti e proteggono dall’azione dei radicali liberi.

⛔ Controindicazioni

  1. non è un alimento adatto a chi soffre di gastrite, reflusso gastroesofageo, ulcere e sindrome del colon irritabile 🔝.
  2. Avendo un effetto vasodilatatore andrebbe, inoltre, evitato in caso di mal di testa 🤕.
  3. Il cioccolato, anche quello fondente, è piuttosto calorico 💯, non bisogna quindi abusarne!

Crema di cioccolato (light)

Dessert, 4 porzioni, 15 min, facile

Ingredienti: 1/2 litro di latte scremato, 100 gr. zucchero di canna  50 gr. cacao amaro, 25 gr. farina.


Preparazione

In una pentola versare lo zucchero, la farina e il cacao e mescolare bene. Versare il latte un po’ alla volta per far amalgamare bene gli ingredienti e mettere sul fuoco. Girare la crema continuamente e cuocere finchè si sarà rassodata la crema. Resterà comunque un po’ “morbida”.
Versare in coppette e guarnire con la panna montata o con qualche biscotto. Conservare in frigo.

Torta all’acqua al cioccolato (light)

Presentazione

I dolci buoni e light esistono. Per gli amanti del cioccolato che non vogliono rimorsi di coscienza nell’assaporare un buon dolce abbiamo la ricetta giusta: la torta all’acqua al cioccolato, la versione ancora più golosa della torta all’acqua! Senza burro, senza uova e senza latte… troppi senza? Siamo sicuri di no! Lasciatevi tentare da questo dolce soffice e goloso, la torta all’acqua al cioccolato vi conquisterà al primo morso! Una volta sfornata e lasciata raffreddare la potete consumare semplice o farcendola con un velo della marmellata che più vi piace. E’ così facile e veloce da preparare che non potrete più farne a meno.

Ingredienti per uno stampo di 24 cm di diametro:

    Acqua (naturale) 333 grFarina 00 225 grZucchero di canba 150 grCioccolato fondente 80 grOlio di semi 90 grLievito in polvere alla vaniglia per dolci 16 grScorza d’arancia 1
Preparazione (⏳ tempo 1 ora)

Per preparare la torta all’acqua al cioccolato per prima cosa iniziate tritando il cioccolato finemente. Riponete quindi le scaglie di cioccolato in una ciotolina e tenete da parte. Prendete ora un tegame da bordi alti e versatevi l’acqua. Fate scaldare a fuoco dolce. Quando l’acqua comincia a riscaldare, aggiungete lo zucchero e, aiutandovi con una frusta a mano, mescolate bene lo zucchero per farlo sciogliere.

Mentre continuate a mescolare aggiungete anche il cioccolato in scaglie precedentemente preparato. Continuate a mescolare gli ingredienti in modo energico con le fruste a mano per evitare la formazione di grumi. Il calore aiuterà a sciogliere gli ingredienti nell’acqua. Quando gli ingredienti saranno totalmente amalgamati e privi di grumi versate il composto in una ciotola dai bordi alti o nella tazza di un frullatore.

A questo punto prendete un frullatore ad immersione e frullate finemente tutti gli ingredienti nella ciotola. Quindi lasciate raffreddare a temperatura ambiente. Dopodichè prendete una ciotola e setacciate la farina ed il lievito.

Quando il composto di cioccolato e zucchero si sarà raffreddato versatelo nella ciotola con la farina poco per volta avendo cura di mescolarlo energicamente con la frusta a mano per evitare la formazione di grumi ed ottenere così un composto cremoso. Procedete versando a filo anche l’olio e la scorza di un’arancia grattugiata e continuate a mescolare gli ingredienti.

Infine imburrate e foderate una tortiera con la carta forno e versatevi il composto ottenuto. Infornate in forno statico preriscaldato a 180°C per 50 minuti oppure in forno ventilato a 160°C per 40 minuti. Quindi sformate la torta e lasciatela raffreddare completamente su una gratella, spolverizzatela con zucchero a velo per servire e gustare!

CURIOSITÀ: le origini delle Uova di Pasqua di Cioccolato

Uova di cioccolato

Ben più recente sembra essere l’usanza dell’uovo completamente ricoperto di cioccolato, un dolce ormai immancabile per i festeggiamenti pasquali. Sulle origini del prodotto emergono le più svariate interpretazioni, molte delle quali particolarmente plausibili. La più conosciuta vede la nascita dell’uovo di cioccolato dalle corti di Luigi XIV, per poi estendersi in Francia e Germania già dai primi decenni dell’800. I primi esemplari sembrano non fossero vuoti come gli attuali, ma completamente ricolmi: il dolce vuoto, affinché potesse contenere una sorpresa, potrebbe essere proprio nato in concomitanza con i preziosissimi esemplari di Fabergé.

Mentre il ricorso di massa, con uova di produzione industriale, si è affermato con una certa imponenza nel corso del 900, con un boom a partire dal secondo Dopoguerra, la possibilità che il cioccolato potesse essere manipolato nelle forme più insolite risale al secolo precedente. È grazie al lavoro dei cioccolatai francesi e svizzeri, infatti, che uno dei più gustosi alimenti esistenti giunge ai giorni nostri.

 Senti qui! 💄🍫 

Da vedere… 🎬

locandina

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: