🇮🇹 CHE ONORE ESSERE ITALIANO! 2 giugno Festa della Repubblica.

Iscriviti per ricevere una email ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo


Il 2 e 3 giugno del 1946 gli italiani si recarono alle urne per un referendum istituzionale che li invitava a decidere tra monarchia, rappresentata dallo stemma sabaudo, oppure repubblica, con stemma turrita. Si trattò della prima votazione a suffragio universale convocata in Italia. Con circa due milioni di voti in più, vinse la repubblica; dal 1947, nel nostro Paese, si celebra quindi questo passaggio che ha ridisegnato la storia.

Il 2 giugno ci richiama, ancora oggi, alla responsabilità dello stesso giorno del 1946, quando, per l’appunto, gli italiani scelsero la Repubblica.

 

Le donne e gli uomini avrebbero dato al Paese una Carta fondamentale, basata sulla centralità della persona, della promozione del lavoro e delle formazioni sociali.

IMG_0450-1.jpg

Referendum sulla forma istituzionale dell’Italia

Repubblica
  🇮🇹
54,3%
Monarchia  Italia 47,7%

Risultati per province

Ita referendum 19460602 lang-it.svg

Repubblica Monarchia


LA NOSTRA COSTITUZIONE, LA CARTA FONDAMENTALE, TRA LE PIÙ BELLE AL MONDO 🌍

Il 2 giugno 1946, oltre al referendum istituzionale tra monarchia e repubblica, gli elettori votarono anche per eleggere l’Assemblea Costituente, che doveva, come ha fatto, ridisegnare l’impianto istituzionale italiano.

Fu la prima occasione – dopo il voto per le amministrative – che le forze politiche post-fasciste iniziarono a “contare” il proprio seguito tra gli elettori: DC 35,2%, PSI 20,7%, PCI 20,6%, UDN 6,5%, Uomo Qualunque 5,3%, PRI 4,3%, Blocco nazionale delle libertà 2,5%, Pd’A 1,1.


La COSTITUZIONE. Radicalmente innovativa, promotrice di istanze allora sconosciute, dotata di un’elasticità che le consente di sopravvivere ai cambiamenti senza colpo ferire; ha costituito un esempio per le Costituzioni successive dei paesi europei ed in certi casi sudamericane.

Ha, nel tempo, consolidato un assioma, sempre più saldo che per tanti, fortunatamente (chi l’ha studiata veramente), è una certezza: la nostra Costituzione è tra le migliori del mondo, per questo…

la nostra Costituzione non si può toccare

logo_difesa_costituzione1

La Costituzione della Repubblica Italiana non può essere toccata perché… necessiterebbe di troppa maestria!


Nel frattempo l’Italia si è ricostruita

Dopo il voto del 2 giugno… riprende la normale dialettica tra le forze politiche, vecchie e nuove, con la contrapposizione, in linea con quanto stava accadendo a livello internazionale, tra i partiti di sinistra e quelli cattolici e liberali.

Finita la guerra, dunque, l’Italia si incammina lentamente verso la ricostruzione!

viva-l-italia-550.jpg


Se ti è piaciuto questo articolo

clicca su “mi piace

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.