Il Carabiniere uccide le figlie per uccidere 2, 3 volte la moglie! 🎗

COS’È Giajr (Già junior)❔

Il dramma che non è solamente familiare, bensì SOCIALE.

Il vero dramma è l’assenza delle Istituzioni, di quell’assenza che fa venire una rabbia immensa 😬, che nessun cittadino può accettare!

CHI ha mai avuto occasione di confrontarsi con i rappresentanti dell’Arma? Magari, recandosi 🚶‍♂️ presso una caserma, oppure telefonicamente ☎️ richiedendo un intervento urgente?

Rammarica doverlo affermare: l’Arma dei Carabinieri 🛡 di oggi non è più quella di una volta!

Una poesia diceva:

“… ho visto il carabiniere soccorrere i prigionieri colla devozione della suora, l’ho visto confortare il condannato come il sacerdote nell’ora estrema, l’ho visto, dopo le lotte, curare i feriti come il medico, l’ho visto nella famiglia calmare gli odi e i rancori, come il confessore; l’ho visto presiedere alle feste dei villaggio come il patriarca della tribù, l’ho visto combattere come il guerriero, soffrire in silenzio come il religioso, morire come il martire … “

Ora, nella quotidianità, è tutto diverso; anche nell’Arma regna pressapochismo e menefreghismo 😪…

Il Carabiniere è un uomo, il Comandante è un uomo e le convinzioni maschiliste permeano la testa dell’uomo, Carabinieri inclusi.

Non ultimi, l’arretratezza mentale, ideologica e la radicalizzazione del maschilismo, più presenti in certe fasce sociali ed anche territoriali, rispetto ad altre, che non risparmiano nemmeno l’Arma dei Carabinieri, con tutti i suoi uomini.

È per questo che una povera donna 🤰, moglie di un Carabiniere, veniva selvaggiamente battuta dal coniuge…

È per quanto sopra, che la povera donna rivoltasi ai superiori del marito Carabiniere, chiedendo loro sicur riparo 🚨, non ha trovato la protezione di cui aveva il sacrosanto diritto…

È così che la povera donna, nonostante un esposto 📄 all’Arma,  è rimasta alla mercé del Carabinier-marito 🔗, fin ad essere uccisa 3 volte.

Innegabile, il circolo maledetto ♻️ che ha consentito agli uomini dell’Arma di proteggere, più o meno inconsapevolmente,  il confratello maschio, ai danni di una femmina, che secondo una cultura totalmente malata,  gli apparteneva.

Emblematici i fatti emersi ed emergenti dopo il fattaccio!

La storia di un disagio sociale che è alimentato dal substrato dell’ignoranza,  sia essa di un qualche collega del Carabinier-marito e specialmente in seno alla di lui famiglia.

  1. Vicini congiunti e stretti familiari 👹 che, senza nemmeno comprendere la gravità di quel che affermano, divulgano il messaggio secondo cui:
  • uno (o più) schiaffi  🤜👊 alla femmina-moglie
  • il controllo occulto e patologico del suo cellulare 📱
  • il dilettarsi con altre gentil donzelle 👄 senza particolar mistero

non è fatto grave e se la femmina-moglie non è d’accordo e se ne dovesse andare, in questa Italia, può essere tranquillamente uccisa 3 volte ⚰⚰⚰.

Due volte uccisa attraverso le povere figlie, bambine dalle vite spezzate.

La ragione per cui questi uomini, apparentemente amorevoli 💞 e normali, si trasformano in assassini spietati, è la non accettazione della disgregazione della famiglia, che loro stessi hanno spesso creato.

Bambine traumatizzate coinvolte in una dolorosa separazione, figlie inermi di padri-padrone che sentono la loro mascolinità è minacciata, convinti che a causa del divorzio stanno perdendo l’unica cosa che li fa sentire uomini realizzati: la famiglia di cui sono PROPRIETARI E CAPI indiscussi.

Assassinando le figlie, in qualche modo, il Carabinier-marito ha creduto di ottenere per un secondo, di nuovo il controllo.

Uccidere i propri figli è il modo più sconvolgente e drammatico per mezzo del quale questi folli pensano di gridare al mondo: “Guarda quanto sono potente!!!”

La peggior vendetta possibile… Sanno che uccidendo i loro figli eliminano ciò che la loro moglie-vittima ama più di qualsiasi altra cosa al mondo 🌍; sapendo che se le loro femmine dovessero anche sopravvivere si porteranno dentro, per sempre, il dubbio di essere state loro la causa dell’accaduto.

DOPO IL DRAMMA

In Italia 🇮🇹, dopo che il bue 🐂 è fuggito, si pongono celeri rimedi:

  1.  Si aprono SERISSIME indagini presso l’Arma
  2. Ci si chiede perché vi sia stata tanta solitudine avvolta nella violenza
  3. ….bla, bla, bla…
  4. …bla, bla, bla…

…  🦎 e tutti piangono, piangono, piangono 😭!!!

Perché si dice “lacrime di coccodrillo”?

Piangere “Lacrime di coccodrillo” è un modo di dire utilizzato anche in altre lingue:  chi piange lacrime di coccodrillo è colui il quale commette una cattiva azione di proposito e poi finge di pentirsene.

Sembra infatti che i coccodrilli lacrimino dopo aver ucciso e mangiato le loro prede: si narra che ciò avvenga solo quando questi grossi predatori si cibano di prede umane, oppure quando le femmine divorano i propri piccoli.

L’azione di deporre le uova e quindi mettersele in bocca per spostarle al sicuro da altri nemici è molto comune tra le neo-mamme, che durante l’operazione lacrimano copiosamente, ma non per pentimento bensì perché fisiologicamente devono lubrificare il bulbo oculare e facilitare il movimento della seconda palpebra, quella usata durante la permanenza in acqua.

Attraverso le lacrime inoltre il coccodrillo espelle sali che altrimenti tratterrebbe dato che non ha sudorazione.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.